Santi Ginesio e Apollinare (S.Ginesio e S.Apollinare)

Immagine

 

Frazione S.Ginesio, 28
60011 Arcevia AN
Telefono 0731/879452

Popolazione 300 circa – Abbazia sec. XIV e Parrocchia sec. XVI – Unione 24/7/1986

Parroco: Mons. Luciano Guerri
donluciano@seminariosenigallia.it

Vicario Parrocchiale: Don Enrico Ciarimboli
enricociarimboli@libero.it

 

 

Orario Messe
Orario Invernale Estivo
Prefestivo
Festivo 10.30 (Montefortino) 10.30 (Montefortino)
Feriale

Titolare della Chiesa e Patrono

Intitolata a S. Ginesio (ultima domenica di agosto) e S. Apollinare (penultima domenica di luglio), la Parrocchia venera i due Santi rispettivamente anche come Patrono e Compatrono della piccola comunità, ai quali si affianca nella venerazione popolare la Madonna di Lourdes (11 febbraio).

Storia

Fondata dai Monaci Benedettini tra il XII e il XIII secolo, la Chiesa di S. Ginesio mantiene ancora oggi il titolo di Abbazia. Dal 1300 assume le funzioni di Pieve, sino a quel momento svolte dalla Chiesa di Montefortino, e dalla metà del secolo è dedicata a S. Ginesio, come risulta dall’iscrizione posta su una campana forgiata in suo onore e conservata nel museo “Pio IX” a Senigallia. Dal 1565 risulta essere presente nell’Abbazia un Vicario perpetuo, anche perché col tempo la Parrocchia (istituita nel XVI secolo) si trova a rivestire un ruolo di maggiore importanza rispetto alle Chiese circostanti. Dal 1986 la Parrocchia di S. Ginesio ha incorporato anche quella di S. Apollinare, assumendone titolo e funzioni pastorali.

Descrizione artistico-religiosa

La Chiesa Parrocchiale, sottoposta nel tempo a numerosi restauri, conserva un portale in pietra del Quattrocento, con decorazioni in rilievo che risaltano sulla facciata semplice e sobria. L’interno, a navata unica con due altari laterali, conduce lo sguardo all’altare maggiore, in marmo policromo, sopra il quale è posta la tela di Ercole Ramazzani che ritrae la Madonna con Bambino in trono ed i Santi Ginesio e Vincenzo Ferreri, un olio su tela firmato e datato 1572. Il Titolare della Chiesa è rivolto a Maria in atteggiamento supplichevole, mentre l’altro Santo è ben riconoscibile dall’inconfondibile abito dell’ordine dei Domenicani. Le statue dei due Santi compaiono anche in nicchie distinte ai lati del presbiterio, mentre entrando in Chiesa, sulla destra, è l’effigie di S. Antonio Abate. All’angolo opposto è possibile ammirare il vecchio Battistero in legno e pietra, collocato su un basamento in cui si nota in rilievo lo stemma della Rocca d’Arcevia. Poco più avanti, lungo la parete laterale, si eleva l’altare dedicato alla Madonna di Lourdes, Compatrona della comunità, riprodotta all’interno della grotta nella quale apparve alla giovane Bernadette.

Luoghi di culto

S. GINESIO (Abbaziale), Fraz. di San Ginesio
S. APOLLINARE (Comparrocchiale), Fraz. di Montefortino
S. SALVATORE, Loc. La Torre
CIMITERO DI S. APOLLINARE

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento