S. Michele Arcangelo (S. Angelo)

Immagine

B.go F.Marzi, 40
60019 Sant’Angelo di Senigallia AN
Telefono 071/7920114

Popolazione 1050 circa – Origine se. XI – Pievania sec. XIV

Parroco: Don Iosif Boglis
iosbog@yahoo.it

 

 

Orario Sante Messe

 

Titolare della Chiesa e Patrono

È S. Michele Arcangelo (29 Settembre) il Titolare della Chiesa, mentre S. Pietro da Verona Martire (ultima domenica di Aprile) è il Santo Patrono della comunità.

Storia

Probabilmente la Chiesa di S. Angelo esisteva già prima del 1000, ma il primo documento storico che ne fornisce testimonianza nella omonima frazione è un atto del 1081. La Chiesa subisce numerose ricostruzioni nel corso dei secoli: da una bolla del Vescovo di Senigallia del 1530 sembra trapelare la notizia che un edificio sacro sia realizzato in quel periodo dal popolo a proprie spese. Nel 1808 e successivamente nel 1854 si attuano, sempre a spese del fedeli, altri restauri, e vari lavori si rendono necessari dopo il terremoto del 1930 e a seguito della Seconda Guerra Mondiale.

Descrizione artistico-religiosa

La facciata della Chiesa si compone di tre parti architettoniche differenti: la più bassa, identificata col portale d’ingresso, dove – in tessere di mosaico – si legge il nome del Titolare del sacro edificio; la parte intermedia, caratterizzata dal rosone semicircolare, in cui si può riconoscere l’episodio dei discepoli di Emmaus; la trabeazione, sulla quale si regge il frontone tipicamente triangolare. Entrando, troviamo a destra l’altare del Crocefisso, col Cristo ligneo artigianalmente intagliato. Sotto l’altare è collocata la statua del Patrono con la sua piccola reliquia. Dal lato opposto vi è l’altare della Vergine del Rosario: la pala d’altare del XVI secolo raffigura la Madonna Regina degli Angeli. La Vergine tiene in braccio il Bambino, mentre in basso in primo piano sono raffigurati gli Arcangeli Michele in sembianza di guerriero e, dietro di lui, Raffaele e Gabriele, mentre – nell’altro lato – S. Silvestro Papa, S. Pietro Martire e S. Antonio di Padova. Il Presbiterio è separato dalla navata da due pilastri, che sorreggono un arco a tutto sesto, nei quali sono state ricavate due nicchie, occupate dalle statue di S. Antonio da Padova e S. Antonio Abate. Davanti alla statua di S. Antonio da Padova, il Fonte Battesimale in marmo lavorato. Pregevole la Croce in legno, finemente dorata e intagliata, ascrivibile al XVIII secolo, conservata in sagrestia.

Luoghi di culto

S. MICHELE ARCANGELO (Plebale – Ed. sec. XVI), B.go F. Marzi
SACRA FAMIGLIA (Sussidiaria – Ed. 1972), Via Provinciale, 138
S. ANTONIO DI PADOVA (Ed. 1801), Loc. Giardino

Stampa e Bibliografia

“LETTERA AI SANTANGIOLESI” (periodico parrocchiale)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento