S.Maria Immacolata e S.Stefano protomartire (Costa e Caudino)

Immagine

 

Fraz. di Costa d’Arcevia
60011 Arcevia AN
Telefono 0731/9444

Popolazione 350 circa – Vicaria curata 1589 e Pivania sec. XV – Unione 24/7/1986

Parroco: Don Sergio Zandri
donsergiozandri@alice.it

Orario Messe
Orario Invernale Estivo
Festivo 9.00 S.Croce
11.00 S.Stefano
12.00 Caudino (prima domenica del mese)
9.00 S.Croce
11.00 S.Stefano
12.00 Caudino (prima domenica del mese)
Feriale

Titolare della Chiesa e Patrono

S. Maria Immacolata (8 dicembre) e S. Stefano Protomartire (26 dicembre) sono rispettivamente Titolare e Contitolare della Parrocchia di Costa e Caudino, e allo stesso tempo Santi Patroni della comunità, che venera con devozione anche l’altro Patrono S. Biagio, al quale è dedicata una chiesetta fuori dalle mura di Caudino.

Storia

La Chiesa Parrocchiale di Costa è menzionata tra le Parrocchie di Arcevia già dal 1376. Nel 1589 viene decisa la presenza di un vicario perpetuo nella Parrocchia, anche se il primo Vicario è del 1633. Non più sufficiente a soddisfare le esigenze del territorio, la Chiesa Parrocchiale viene riedificata alla fine del Settecento secondo le sue forme attuali, e officiata nel 1789. La Parrocchia rimane dipendente dalla Diocesi di Nocera Umbra fino al 1984, anno in cui un decreto della Sacra Congregazione per i Vescovi ne decide il passaggio, assieme alla Parrocchia di S. Stefano Protomartire in Caudino, alla Diocesi di Senigallia. Dal 1986 la Parrocchia di Caudino è stata unita a quella di Costa.

Descrizione artistico-religiosa

Edificata in posizione defilata rispetto al centro abitato, la Chiesa Parrocchiale di Costa presenta, soprattutto nella caratteristica facciata a due ordini – rifatta agli inizi del Novecento, ornata da colonne laterali con trabeazioni, arco a tutto sesto e rosone centrale – la sua derivazione settecentesca, legata allo stile neo-classico, confermata dall’interno a navata unica con cappelle laterali. Significativa è la decorazione interna della finta volta, dove viene rappresentata la Gloria della Madonna con angeli osannanti. Al centro di Caudino, piccolo castello di origine medievale, sorge invece, di fianco all’antica torre campanaria, sulla piazzetta principale del borgo, la Chiesa di S. Stefano. L’edificio, ad una navata, ristrutturato nel Settecento ma di epoca precedente, custodisce un affresco cinquecentesco che raffigura la Madonna di Loreto. Un’iscrizione in Chiesa ricorda l’anno di edificazione (1766), mentre un’altra lapide, affissa nel 1941, sancisce la devozione della comunità per la Martire S. Barbara, chiamata a proteggere i lavoratori del luogo un tempo impegnati nelle miniere di zolfo.

Luoghi di culto

S. MARIA IMMACOLATA Parrocchiale – Ed. 1787-1789 – Ded. 12/6/1828), Fraz. di Costa d’Arcevia
S. STEFANO PROTOMARTIRE (Plebale comparrocchiale – Ed. sec. XV), Fraz. di Caudino
S. ANGELO IN CAMELIANO (Abbaziale – Ed. sec. XII), Monte S. angelo
S. BIAGIO (Ed. 1763)
S. CROCE (Ed. sec. XIII), Fraz. di S. Croce
S. STEFANO (Ed. sec. XVI), Fraz. di S. Stefano
CIMITERO (Ed. 1869), Fraz. di S. Stefano

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento