S. Maria delle Grazie (Grazie)

Immagine

Strada Comunale Grazie-Grazie, 1
60019 Senigallia AN
Telefono 071/7921565
parrocchia@duomosenigallia.it
parrocchia@pec.duomosenigallia.it
www.duomosenigallia.it

Popolazione 1705 circa – Origine 24/4/1852

Parroco: Don Aldo Piergiovanni
aldopprete@libero.it
Vicario Parrocchiale: Don Andrea Falcinelli
andreafalcinelli@laposte.net
Collaboratore Parrocchiale: Don Gino Fattorini
donginofattorini@gmail.com

 

 

 

Orario Sante Messe

Titolare della Chiesa e Patrono

La Chiesa è dedicata alla Beatissima Vergine Maria (8 settembre). S. Francesco d’Assisi (4 ottobre) è venerato come Patrono della Chiesa, mentre la Parrocchia celebra con devozione anche la festa di S. Pasquale Baylon (17 maggio).

Storia

Il progetto per il convento viene presentato nel 1491, ma i lavori procedono molto lentamente. Nel 1501, alla morte di Giovanni della Rovere, gran parte del convento è pronta, ma non la Chiesa, della quale probabilmente esiste a quel tempo solo la sacrestia. Il complesso monumentale è portato a compimento dall’ultimo erede della dinastia roveresca nel 1684. Nel 1852 Pio IX, con l’intenzione di istituire a Senigallia altre tre nuove Parrocchie, erige in Chiesa Parrocchiale anche quella di S. Maria delle Grazie.

Descrizione artistico-religiosa

Notevole per la posizione suggestiva e per le opere d’arte che contiene, S. Maria delle Grazie riveste particolare importanza per la sua storia, legata ai periodi più nobili di Senigallia. Chiesa e convento sorgono infatti grazie all’adempimento di un voto di Giovanni Della Rovere alla Madonna e a S. Francesco per ottenere la grazia di un erede maschio, che nasce nel 1490 e viene appunto chiamato Francesco Maria. Nell’abside della Chiesa Parrocchiale si ammira la pala del Perugino raffigurante la Madonna col Bambino, databile intorno al 1490, dove Maria, seduta in trono, ha ai suoi lati alcuni Santi: S. Giovanni Battista, S. Ludovico e S. Francesco a sinistra, e S. Pietro, S. Paolo e S. Giacomo a destra. L’abside ospita altre due tele entrambe incentrate sulla glorificazione di Maria. Prima che fosse trasferita alla Galleria Nazionale di Urbino era visibile nella Chiesa anche la famosa Madonna di Senigallia di Piero della Francesca. Ora di questo quadro è presente solo una riproduzione realizzata da Nello Latini nell’anno del Giubileo del 2000. Altri quadri di valore ornano gli altari laterali della Chiesa.

Luoghi di culto

S. MARIA DELLE GRAZIE (Parrocchiale, Regolare – Ed. 1491-1634), Via delle Grazie
CIMITERO MAGGIORE DELLE GRAZIE (Ed. 1871), Via delle Grazie, 1

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento