S.Maria della Neve e San Rocco (Marina di Montemarciano)

Immagine

Via Roma, 38
60018 Montemarciano AN
Telefono 071/9198147
parrocchiamarina@libero.it
www.parrocchiamarina.it

Popolazione 5530 circa – Vicaria curata sec. XIX – Parrocchia 31/1/1853

Parroco: Don Giuliano Zingaretti
dongiulianozing@libero.it

Collab. Parrocchiale:
Mons. Franco Marinelli

 

Orario Messe
Orario Invernale (ottobre – Marzo) Estivo (Aprile – Settembre)
Prefestivo 8.15 – 18.00 8.15 – 19.00
Festivo 8.00 -10.00 – 11.15 – 18.00 8.00 – 11.15 – 19.00
Feriale 8.15 – 18.00 8.15 – 18.30

Titolare della Chiesa e Patrono

Titolari della Chiesa Parrocchiale sono Santa Maria della Neve (5 agosto) e S. Rocco (16 Agosto). Il culto patronale di S. Maria della Neve accanto a quello del Compatrono S. Rocco, deriva invece da un evento straordinario accaduto a Roma: una nevicata in piena estate attribuita appunto all’intervento mariano.

Storia

La Parrocchia di Case bruciate di Montemarciano, oggi Marina di Montemarciano, viene istituita il 31 gennaio 1853 dal Vescovo e Cardinale Domenico Lucciardi sotto il titolo di S. Maria della Neve e S. Rocco, elevando la Chiesa a succursale di S. Pietro Apostolo di Montemarciano. Notizie di una fervida vita parrocchiale si hanno al tempo della seconda guerra mondiale, quando la Chiesa diventa un luogo sicuro per molti abitanti sfollati. Invasa dalle truppe di occupazione, inevitabilmente subisce danni e si deteriora. Si procede pertanto alla realizzazione del nuovo edificio, a partire dal 1962, creando così l’attuale complesso parrocchiale. La chiesa è stata ampliata nel 1997.

Descrizione artistico-religiosa

La struttura esterna della Chiesa ricorda vagamente quella delle Chiese romaniche fiorentine, ma i materiali usati sono diversi, meno ricchi e decisamente moderni. Una volta entrati, però, non ci si trova di fronte alle tradizionali tre navate, ma ad una Chiesa ad impianto centrale, dove tutta l’assemblea si riunisce sotto l’unica volta a crociera rivestita in legno e attraversata da costoloni che ne scaricano il peso a terra. Entrando, sopra il portone d’ingresso, una vetrata dedicata a Maria Santissima ricorda la devozione mariana della Parrocchia e, assieme alle altre due vetrate collocate all’inizio delle pareti laterali, illumina e colora l’interno del luogo sacro. Nel 1997 la Chiesa viene ampliata e oggi è davvero spaziosa: il soffitto della parte nuova è a capriate lignee e restituisce all’edificio un rinnovato impianto longitudinale volto a sottolineare il cammino del fedele verso Cristo. È in questo ambiente rinnovato che troviamo la Cappella del Santissimo, proprio di fronte a cinque vetrate che raffigurano simboli eucaristici. L’architettura della Chiesa armonizza parte antica e parte nuova senza creare discontinuità, ma sottolineando al contrario l’unione dei due ambienti tramite l’utilizzo dei medesimi materiali, nel segno di una comunità in costante crescita e cammino.

Luoghi di culto

S. MARIA DELLA NEVE E S. ROCCO (Parrocchiale curaziale – Ed. 1961-1964), via Roma

Stampa e Bibliografia

PARROCCHIA NOSTRA, periodico parrocchiale

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento