S.Giustina

2016-chiesa-parrocchiale-mondolfo-v

Via XX settembre, 1
61037 Mondolfo PU
Tel /Fax 0721/957257
parrocchiamondolfo@libero.it
www.parrocchiamondolfo.it

Popolazione 4310 circa – Pievania 1227 e Arcipretura 15/7/1635 – Parrocchia 1522 e Unione 24/7/1986
Parroco: Don Emanuele Lauretani
donlauretani@tiscali.it
Vicario Parrocchiale:
Don Leonardo Pelonara
leonardo.pelonara@gmail.com

 

Orario Messe
Orario Invernale Estivo (ora legale)
Protofestivo

17.00 Santa Giustina

17.00 Ponterio

18.00 Ponterio

19.00 Sant’Agostino 

Festivo

8.00 Ponterio

9.00 Santa Giustina

9.30 San Giovanni Evangelista (Stacciola)

10.00 Ponterio

11.15 Santa Giustina

17.00 Ponterio

19.00 Cappella Ospedale

8.00 Ponterio

9.00 Sant’Agostino

9.30 San Giovanni Evangelista (Stacciola)

10.00 Ponterio

11.15 Santa Giustina

18.00 Madonna delle Grotte

19.00 Cappella Ospedale

Feriale

8.30 Ospedale

9.00 Ponterio

16.15 Casa di riposo (escluso il mercoledì)

8.30 Santa Giustina

9.00 Ponterio

16.15 Casa di riposo (escluso il mercoledì)

Orari altre celebrazioni
Un quarto d’ora prima della Celebrazione eucaristica del mattino Celebrazione comunitaria delle Lodi mattutine in Santa Giustina
Un quarto d’ora prima della Celebrazione eucaristica della sera Celebrazione comunitaria dei Vespri in Santa Giustina
Prima e durante ogni Celebrazione eucaristica festiva è generalmente disponibile un presbitero per il Sacramento della Riconciliazione

Adorazione eucaristica comunitaria
Il martedì dalle 18.00 alle 19.00 nella Cappella dell’Ospedale
Il Giovedì dalle 17.00 alle 18.00 nella Chiesa di San Sebastiano
Il Venerdì dalle ore 17.00 alle 18.00 nella Chiesa di Santa Giustina

Titolare della Chiesa e Patrono

La Chiesa Parrocchiale di Mondolfo ha come Titolare S. Giustina Vergine e Martire, che è Patrona della Città e del Comune (26 settembre). Culto particolare è prestato anche a S. Gervasio, nell’Abbazia omonima paleocristiana (domenica dopo Pasqua), e a S. Giovanni Evangelista (27 dicembre), nella già Parrocchiale di Stacciola di San Costanzo.

Storia

La Chiesa è di fondazione altomedievale: danneggiata dal terremoto del 1600 e da quello del 1626, viene ricostruita nel 1635 ed eretta in Collegiata da Papa Urbano VIII, della famiglia Barberini, con il titolo di Insigne. Nel XVIII secolo la Chiesa è abbellita e restaurata, e assume l’aspetto che possiamo ammirare oggi, riccamente decorato e luminoso. È solo nel 1832 che viene poi edificato il Cappellone del Santissimo Sacramento, dove è posta l’effigie della Madonna della Misericordia, per opera dell’Arch. Giuseppe Ferroni.

Descrizione artistico-religiosa

L’Insigne Collegiata presenta una facciata a capanna con un piccolo rosone centrale in stile romanico. L’interno è ad una sola navata con cinque altari laterali, oltre al Cappellone del Santissimo Sacramento, dove è venerata l’immagine della Madonna della Misericordia, cara a tutti gli abitanti di Mondolfo, che le offrirono le chiavi d’argento del Castello. Nella stessa cappella si ammira pure la statua seicentesca policroma della Patrona S. Giustina, e l’effigie lignea di S. Emidio Vescovo e Martire, invocato contro i terremoti. La navata è arricchita da tele dai vari soggetti, commentate da citazioni bibliche che ne riassumo il messaggio nei grandi cartigli al di sopra degli altari: a sinistra troviamo S. Filippo Neri, l’Annunciazione, e S. Margherita Maria Alacoque, mentre a destra è senz’altro da ammirare il martirio di S. Stefano Protomartire, tela Settecentesca di buona mano, accanto alla quale si innalza l’altare ligneo intarsiato del Crocifisso. Nelle vele della cupola del Presbiterio, le tele con i Quattro Evangelisti, mentre nell’abside, sopra il coro del ’700, la grande pala d’altare con cornice dorata della Madonna col Bambino, ed i Santi Giustina e Marino, contornata da due ovali raffiguranti a sinistra S. Girolamo e, a destra, S. Maria Maddalena Mirrofora. Sempre nel presbiterio, al lato dell’altare, la tela con l’Immacolata e i Santi Apollonia, Biagio, e Antonio Abate. Nella controfacciata, il prezioso organo antico “Gaetano Callido” del 1776.

Luoghi di culto

S. Giustina (Collegiata 15/7/1635 – Ed.sec.XVII – Ded. 18/5/1760), Via XX Settembre
S. Giovanni Evangelista (già parrocchiale – Ed. 1843 – Ded. 23/3/1992), Fraz. Stacciola di S. Costanzo
S. Sebastiano (Regolare – Ed. 1419/1578-1585 – Ded.31/8/1585), Via Padre G. Moretti
Madonna delle Grotte (Santuario – Ed. 1679-1682), Via delle Grotte – www.madonnadellegrotte.it
S. Maria del Perpetuo Soccorso (già S. Agostino e Regolare O.S.A. – Ed. 1586-1593 – Ded. 31/8/1593 e 23/12/1990), Via Cavour
S. Gervasio (Pieve monastica – Ed. sec. VII), S.P. Pergolese Km.5
S. Giovanni Decollato (Ed. sec. XVI), Via F.lli Rosselli
S. Maria Addolorata, Loc. Mengaccio
S. Maria della Vittoria (Ed. 1571)
Cappella dell’Ospedale Civile, Piazza Bartolini, 6
Cappella della Casa di Riposo, via G. Saragat, 12
S. Maria della Speranza (Cimitero Comunale – Ed. sec. XIX), Via A. Costa

Stampa e Bibliografia

INCONTRO (Fond. 1969, mensile parrocchiale)
ALESSANDRO BERLUTI, “Mondolfo-Marotta”: vita di una stazione: la ferrovia e le corriere dal 1847 al 1948, Senigallia 2000
ALESSANDRO BERLUTI, Mondolfo e Marotta nella Seconda guerra Mondiale, Senigallia 2002
ALESSANDRO BERLUTI, Mondolfo e la prima guerra mondiale: il Parco della Rimembranza e il Monumento ai caduti, Senigallia 2001
ALESSANDRO BERLUTI, “Mengaccio, fra storia e cronaca”, Mondolfo 1996
ALESSANDRO BERLUTI, “Cronotassi dei matrimoni celebrati nel Santuario della Madonna delle Grotte”, Mondolfo, 1997
ALESSANDRO BERLUTI, “Per una storia della Banda Musicale a Mondolfo”, Mondolfo 2000
ROBERTO BERNACCHIA, “Osservazioni sull’antichità della località di S. Gervasio e sulla questione di Pirum Filumeni”, Fano 1978
ROBERTO BERNACCHIA, “S. Gervasio: una figura di Santo contadino?”, monografia pubblicata su “Studia Picena”, Vol. 50°, Fano 1985
GIUSEPPE CIONCHI – ANNA FALCIONI – STEFANO GOFFI – SERGIO MONTANARI, “Stacciola ieri e oggi”, Rimini 1996
GUSTAVO PARISCIANI, “S.Sebastiano: il Convento francescano di Mondolfo”, Falconara Marittima, 1986
ADALGISO RICCI, “Mondolfo dai tempi antichi ad oggi: cenni di storia e di cronaca”, Ancona 1955
A. Berluti, Storia della Sanità a Mondolfo e Marotta, Senigallia, 2004.
A. Berluti, Di un accordo fra la Confraternita del Santissimo Sacramento ed il Capitolo per la erezione del Cappellone nella Insigne Collegiata di S. Giustina in Mondolfo, Mondolfo, 2005.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento