S. Giovanni Battista (Roncitelli)

Immagine

B.go S.Giovanni, 33
60019 Roncitelli di Senigallia AN
Telefono 071/7919820

Popolazione 905 circa – Origine sec. XI – Pievania sec. XIV

Parroco: Don Giancarlo Giuliani
giancarlogiuliani@quipo.it

 

 

Orario Sante Messe

 

Titolare della Chiesa e Patrono

La Chiesa Parrocchiale di Roncitelli ha come titolare S. Giovanni Battista (24 giugno), ma la Patrona è S. Liberata Vergine (seconda domenica di Maggio). La comunità è inoltre particolarmente devota alla Madonna della Misericordia (seconda domenica
di Ottobre).

Storia

La testimonianza più antica sull’origine della Chiesa di Roncitelli (XI secolo) è quella di un documento, databile al 1139, nel quale il Vescovo Ridolfi parla di “Sancto Johanne de Galupedo”, dove Galupedo sembra sia l’antico nome di Roncitelli. La prima descrizione della Chiesa è fornita dal Ridolfi nel 1596. Abbiamo notizia di un primo restauro dell’edificio datato 1695, ma nel 1859 risulta nuovamente pericolante, a tal punto che il Vescovo di Senigallia decide di ricostruirlo dalle fondamenta. La nuova Chiesa viene solennemente consacrata nel 1873. All’interno, sulla parete di fondo, due iscrizioni testimoniano il fondamentale apporto di Pio IX alla costruzione.

Descrizione artistico-religiosa

La Chiesa ha una pianta rettangolare con due cappelle laterali separate dalla navata centrale da arcate a tutto sesto. A destra la cappella del Purgatorio, tutta dipinta con decorazioni geometriche, ospita (sopra l’altare) la tela delle Anime Purganti, probabilmente commissionata agli inizi del Seicento da Blasio Batoli, facoltoso possidente di Roncitelli. L’opera raffigura la Madonna con Bambino e Angeli nell’atto di liberare le anime del Purgatorio. La cappella sinistra, le cui pareti
sono affrescate con scene della vita di Maria, come l’Annunciazione e lo sposalizio con Giuseppe, è dedicata alla Madonna della Misericordia. Nel Presbiterio – pure esso variamente affrescato – colpisce il catino absidale adorno di schiere angeliche. Dietro l’altare maggiore una icona a Tabernacolo in stile barocco accoglie la statua in legno del Titolare S. Giovanni Battista. Alla sua destra un affresco del Bedini di Ostra raffigura la celebrazione di una Prima Comunione, in simmetria con l’Ultima Cena rappresentata nell’altro lato dell’abside, scene scelte con estrema cura a decorazione dell’altare e a ricordo dell’importanza dell’Eucaristia

Luoghi di culto

S. GIOVANNI BATTISTA (Plebale – Ed. 1872-1873 – Ded. 5/11/1873), B.go San Giovanni
S. LIBERATA (Ed. 1644), B.go Superiore
MADONNA DEL ROSARIO (Ed. 1959-1960), Loc. Cannella
SAN CARLO (Cappella gentilizia – Ed. 1791), Loc. Marazzana
CIMITERO DI S. LUCIA (Ed. 1872), Str. Comunale per Castel Colonna

Stampa e Bibliografia

RENATO LUCCHETTI, “Pio IX e il Castello di Roncitelli”, dattiloscritto
ANNA TAMANTI FRONZI, “Roncitelli: note di vita sociale, economica e religiosa da un cabreo del settecento”, Litografia Linea 5, Senigallia, 1992

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento