S. Giovanni Battista (Montignano)

Immagine

Via Principe Umberto, 2
60019 Montignano di Senigallia AN
Telefono 071/69053
info@unitapastoraleemmaus.it
www.unitapastoraleemmaus.it

Popolazione 1620 circa – Rettoria sec. XVI – Parrocchia 2/5/1564

Parroco: Don Andrea Franceschini
andreamfranceschini@gmail.com
Vicario Parrocchiale: Don Dieudonné Emah Ottou
dieudonne62@libero.it

 

 

 

Orario Sante Messe

Titolare della Chiesa e Patrono

La Chiesa Parrocchiale di Montignano è intitolata a S. Giovanni Battista (24 Giugno), Patrono della Parrocchia; profonda devozione è riservata a S. Teresa di Gesù Bambino (seconda domenica di Agosto), e a S. Petronilla Vergine (ultima domenica di Maggio), venerata come Patrona anche a S. Silvestro.

Storia

Fin dai tempi antichissimi Montignano conosce il Cristianesimo e lo prova un bassorilievo paleocristiano conservato nella Parrocchiale, collocato sotto la nicchia di S. Petronilla. Non conosciamo quando venne edificata la prima Chiesa ma sappiamo che fu ricostruita dalle fondamenta nel 1584. La Chiesa attuale, sorta in soli 20 mesi dopo il disastroso terremoto del 1930, viene inaugurata e benedetta nel 1933.

Descrizione artistico-religiosa

La nuova Chiesa, del 1933, è realizzata in stile neo-romanico, a tre navate. Al momento della ricostruzione viene lasciato il campanile in stile barocco, del 1752, considerato valida testimonianza di una fede perenne. Tra le opere presenti nella Chiesa la più antica è il bassorilievo paleocristiano in marmo travertino che rappresenta S. Giorgio, ora esposto lungo la navata di sinistra, risalente al XII secolo. Anche il Crocifisso in legno, scolpito nel XVI secolo, identico a quello della Chiesa della Maddalena di Senigallia, è un’opera meritevole di attenzione: accanto ad esso va annoverata la Madonna del Buon Consiglio, copia di un quadro conservato al Museo di Londra e nel Santuario di Gennazzano, in Diocesi di Palestrina. Il dipinto presente a Montignano è attorniato da due tele del 1954 a tema mariano, una delle quali rappresenta Pio IX nell’atto di proclamare il dogma dell’Immacolata Concezione. L’abside, piuttosto sobria, è abbellita da tre vetrate policrome: in quella centrale è raffigurato l’episodio del Battesimo di Gesù. Di pregio è l’organo, Gaetano Callido del 1770, restaurato nel 1988-89.

Luoghi di culto

S. GIOVANNI BATTISTA (Parrocchiale – Ed. 1931-1933), Via Principe Umberto
SS.MO CROCIFISSO (Ed. sec. XVIII), Loc. Torre
S. MARIA ASSUNTA (Plebale sec. XVI – Ed. 1957-1958), Loc. Castellaro
S. GIUSEPPE (Ed. 1978-1979), Via Draga
CIMITERO (Ed. 1870)

Stampa e Bibliografia

LA VOCE DI MONTIGNANO (1955 – 2003, periodico parrocchiale)
SPERIAMO BENE (Fond. 2004, periodico parrocchiale)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento