S.Croce

Immagine

C.so G.Mazzini, 96
60010 Ostra AN
Telefono 071/68025
Fax 071/68025
www.santacroceostra.org

Popolazione 2600 circa – Abbazia sec. XII – Arcipretura 4/9/1795

Parroco: Mons. Umberto Gasparini
dongasparini@libero.it

Vicario Parrocchiale: Don Patrick Ekeh
patrickekeh@virgilio.it

Orario Messe
Orario Invernale (dal 1°ott. a Pasqua) Estivo (da Pasqua al 30 sett.)
Protofestivo 16.00 Casa di riposo – 18.00 SS.Francesco e Lucia 16.00 Casa di riposo – 18.30 SS.Francesco e Lucia
Festivo 8.00 Santuario Madonna della Rosa – 8.15 Santuario SS.Crocifisso – 9.30 Santuario Madonna della Rosa – 10.00 SS.Francesco e Lucia – 11.15 Basilica S.Croce – 11.15 San Pietro Ap. (Vaccarile) – 17.00 Santuario Madonna della Rosa – 18.00 SS. Francesco e Lucia 7.30 Santuario Madonna della Rosa – 8.00 Basilica S.Croce – 9.30 Santuario Madonna della Rosa – 10.00 SS.Francesco e Lucia – 11.15 Basilica S.Croce – 11.15 San Pietro Ap. (Vaccarile) – 18.00 Santuario Madonna della Rosa – 19.0 SS. Francesco e Lucia
Feriale 8.00 Santuario Madonna della Rosa – 8.15 SS.Crocifisso 7.30 – Santuario Madonna della Rosa – 8.00 SS.Crocifisso

Titolare della Chiesa e Patrono

La Parrocchia è dedicata alla S. Croce (14 settembre). Il Santo Patrono è invece S. Gaudenzio Vescovo e Martire (14 ottobre), di cui il paese custodisce gelosamente i resti nella Parrocchiale di S. Lucia.

Storia

L’origine della Chiesa, eretta in Basilica Minore da Benedetto XVI nel 2009, si potrebbe far risalire al XII secolo. Quando nella collina di Ostra (un tempo chiamata Montalboddo), con l’aumento dell’insediamento demografico, vengono costruite nuove abitazioni cinte da mura che danno vita ad un Castello, e al di fuori di esso sorge un borgo che riunisce i braccianti più poveri, viene eretta per la loro evangelizzazione la Chiesa appunto dedicata alla S. Croce. Con bolla del 3 novembre 1430 il Vescovo Francesco Mellini incorpora alla Chiesa di S. Croce tre precedenti Parrocchie, con tutte le loro Chiese filiali, e la affida a un Rettore. Essendo divenuta con il tempo troppo angusta per lo svolgimento delle sacre funzioni, nel 1848 la vecchia Chiesa, detta anche “delle Quattro Colonne” per la presenza al suo interno di quattro pilastri in mattoni, viene demolita, ricostruita, e consacrata con riti solenni nel 1852 dal Cardinale Domenico Lucciardi, Vescovo di Senigallia.

Descrizione artistico-religiosa

La Basilica s’innalza all’interno del paese e si apre su una pubblica piazzetta fatta costruire apposta agli inizi del Novecento dall’Arciprete Don Luigi Benni che ne finanziò le spese. La pianta interna è a tre navate (con soffitto decorato) e scandita da colonne con capitelli in stile corinzio, e con due cappelle disposte in fondo alle navate laterali. Nella navata di destra si trova la Cappellina del Santissimo Sacramento, con raffigurazioni di Giuseppe, Alessandro e Maria Pia Catani (dipinti su tela applicati poi alle pareti), mentre nella navata sinistra si trova la Cappella della Beata Vergine del Soccorso, con affreschi di Silvio Galimberti, consacrata nel 1922, e ora dedicata alla venerazione dell’immagine della Madonna di Pompei. Molto ampi sono Presbiterio e abside ove, sul fondo, è collocato il simbolo della S. Croce. Altre cappelle sono disposte lungo le pareti perimetrali della Chiesa: sul lato destro è possibile ammirare il dipinto raffigurante S. Giovanni Bosco, opera del pittore ostrense Bedini (1929-1961) e una tela raffigurante la Madonna con Bambino in gloria e i Santi Caterina da Siena e Vincenzo Ferreri. Sul fondo della navata sinistra è collocato il Fonte Battesimale, opera dello scultore anconetano Vittorio Morelli (1927).

Luoghi di culto

S.CROCE (Collegiata 4/9/1795 – Ed. 1848-1851 – Ded. 12/9/1852), C.so G.Mazzini
MADONNA DELLA ROSA (Santuario Diocesano – Cappella Ed. 1668 e Ded. 29/9/1709 – Chiesa Ed. 1748-1754 e Ded. 8/12/1992), Via Madonna della Rosa
S.ANTONIO DI PADOVA (Regolare – Ed. 1885), V.le G. Matteotti
SS. CROCIFISSO (Santuario 9/11/1980 – già parrocchiale di San Gregorio Magno 1573 – Ed. 1333), C.so G. Mazzini
SS. GIUSEPPE E FILIPPO (Succursale – Ed. 1585/1781), C.so G. Mazzini
S. MARIA DELLE GRAZIE (Succursale – Ed. 1545/1920), Via S. Francesco
S. ANTONIO (Ed. sec. XIV), C.so G. Mazzini
S. BONAVENTURA (Ed. 1716/1906), Via S. Giovanni – S.Martino
S. GIOVANNI (Ed. 1535/1954), Via Montemarciano
S. MARIA GORETTI (Ed. 1958), Villaggio rurale “Corea”
S. MARIA DI RAGOSTO (Ed. sec. X/1927), Via Madonna del Rosario
S. MARIA DEL POPOLO (Cimitero Comunale Ed. 1865-1888 – già Regolare O.F.M. – Ed. 1492/1841), Via Montemarciano

Stampa e Bibliografia

LA BUSSOLA (Fond. gennaio 1968, periodico interparrocchiale)
BOLLETTINO DEL SANTUARIO MADONNA DELLA ROSA (Fond. 1940, semestrale)
COLLEGAMENTO VOCAZIONI CONSACRATE DI OSTRA (Fond. 7/4/1985, semestrale)
ANNA MARIA BOMBONATO, “Montalboddo (Ostra) nel periodo comunale”, Università degli studi di Urbino, 1982
MARINO BOZZI-ALBERTO POLVERARI-RICCARDO MANONI, “Ostra: iscrizioni e memorie”, Amministrazione Comunale di Ostra, 1985, Editrice Tecnostampa di Ostra Vetere
RICCARDO MANONI, “Storia delle Chiese di Ostra (già Montalboddo)”, Pesaro, 1986
BRUNO MORBIDELLI, “Montalboddo (Ostra) nel periodo delle Signorie”, Università degli Studi di Urbino, 1970
BRUNO MORBIDELLI-ROBERTO RIPESI, “I canti e le preghiere della Passione nella tradizione popolare Ostrense”, Cassa Rurale ed Artigiana, Ostra 1991
GIANCARLO BARCHIESI, “Ostra in cartolina”, 1994
BRUNO MORBIDELLI, “Ostra: i tre Conventi dei Cappuccini”, Comune di Ostra, 1995
OVIDIO BARTOLETTI, “La Banda Musicale di Ostra”, 2000
BRUNO MORBIDELLI, “La ragola del pozzo”, Tecnostampa Ostra Vetere, 2000

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento