S.Antonio di Padova (Castelvecchio)

Immagine

 

Piazza XXIV Maggio, 11
61040 Monteporzio PU
Tel. 0721.955145

Popolazione 1360 circa – Pievania sec. XIII

Parroco: Don Mauro Mattioli
donmauro.mattioli@alice.it

Orario Messe
Orario Invernale Estivo
Prefestivo 19.00 19.00
Festivo 9.45 9.45
Feriale 19.00 (giovedì e venerdì) 19.00 (giovedì e venerdì)

Titolare della Chiesa e Patrono

Castelvecchio venera S. Antonio di Padova (13 giugno) come Titolare della Chiesa e Patrono della comunità parrocchiale. A lui si affianca nel tempo anche la figura di S. Giuseppe (19 marzo).

Storia

La Parrocchia, il cui territorio è precedentemente parte della Pieve di Monteporzio, viene istituita nel Cinquecento. È a questo periodo che risale anche la Chiesa Parrocchiale, composta di tre altari, il maggiore dei quali intitolato al Santissimo Crocifisso e custodito dalla Confraternita del Santissimo Sacramento. Agli inizi dell’Ottocento la Chiesa, ormai in uno stato precario, viene riedificata e ristrutturata: in essa viene eretto un altare dedicato a S. Giuseppe, che si affianca a S. Antonio nella devozione popolare come protettore del paese. Altri lavori di arricchimento e di restauro vengono effettuati nella prima metà del Novecento.

Descrizione artistico-religiosa

La Chiesa Parrocchiale di Castelvecchio si presenta caratterizzata da un’unica larga navata, con volta a botte, illuminata da una serie di vetrate. Il catino absidale, decorato dall’affresco del 1944 raffigurante la Gloria di Cristo Re, ritrae il Salvatore circondato da schiere di angeli, mentre sulla volta è dipinta l’immagine del Santo Patrono, S. Antonio di Padova. Sulla navata sinistra, dopo una nicchia in cui si erge l’antico Battistero marmoreo, è conservato il quadro della Madonna della Misericordia, in origine posseduto dalla famiglia Barberini, proprietaria del vicino Castello di Castelvecchio, dove precedentemente l’opera era custodita. Introducono al Presbiterio due tele, sulle opposte pareti: a sinistra un dipinto del XVII secolo in cui si ammira S. Antonio di Padova con il Bambino Gesù; a destra, invece, un dipinto raffigurante la Santissima Trinità, con il corpo di Cristo ben visibile al centro del quadro. L’opera potrebbe essere ricondotta al pittore settecentesco Domenico Corvi, del quale altri preziosi quadri vengono conservati in alcune Chiese del territorio senigalliese.

Luoghi di culto

S. ANTONIO DI PADOVA (Plebale – Ed. 1825), Piazza XXIV Maggio

Stampa e Bibliografia

D. RENATO BOLLETTA, “Brevi notizie storiche su Castelvecchio”, manoscritto, Archivio parrocchiale, Castelvecchio, 1960
A. POLVERARI, “Monteporzio e Castelvecchio nella storia”, Urbino, 1980

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento