Cammino Sinodale Diocesano

La via del cambiamento ecclesiale: avviare e accompagnare processi pastorali

“Questo è il tempo favorevole per modificarsi, per tornare a fidarsi del Signore risorto che opera nella storia e leggere i segni dei tempi come ha saputo fare la prima comunità cristiana (…). Pensare che la pastorale e la catechesi possano riprendere come prima del lockdown sarebbe una ingenuità e una occasione perduta” (“Per dirci nuovamente cristiani”, Ufficio Catechistico nazionale).

«L’itinerario del “Cammino sinodale” comporta la necessità di passare dal modello pastorale in cui le Chiese in Italia erano chiamate a recepire gli Orientamenti CEI a un modello pastorale che introduce un percorso sinodale, con cui la Chiesa italiana si mette in ascolto e in ricerca per individuare proposte e azioni pastorali comuni».

Il percorso che vogliamo vivere è un percorso di fede che, attraverso il discernimento, va nella direzione del rinnovamento della comunità cristiana in quanto tale, non riflette su attenzioni particolari. Abbiamo un tesoro grande e desideriamo che questo tesoro sia scoperto da più persone possibile.

Orizzonte di riferimento:       

Il cammino sinodale che la Chiesa universale e quella italiana stanno iniziando a vivere e la lettera pastorale del Vescovo sul discernimento “Perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto?”.

L’attenzione dell’anno è orientata a consolidare un processo di discernimento che ho come obiettivo “quello d’individuare la direzione da dare alla nostra vita personale e alla vita delle nostre comunità, di individuare le scelte da compiere in fedeltà al Signore” (lettera del Vescovo).

Il desiderio è di avviare dei cammini assembleari senza divisioni di ambiti, ruoli, competenze. È la comunità (o le comunità insieme come Unità Pastorale laddove ci sono le condizioni) che in forma sinodale desidera intraprendere un cammino comune. Un cammino che non ha l’ansia di partire dai problemi, da ciò che manca, da ciò che c’è da fare. Ripartire invece da una visione di Chiesa condivisa, da un sogno comune.

1 . Idee di fondo

2. Ruolo e metodo del facilitatore

3. Schede per il discernimento

Print Friendly, PDF & Email