CATTEDRALE

image-7

La Cattedrale di Senigallia è forse fra i monumenti cittadini quello che ha conosciuto le più alterne vicende, tanto che l’attuale elegante costruzione è la quinta in ordine di tempo. Se la prima cattedrale di Senigallia risale ai primi secoli dell’era cristiana, fu il Vescovo Card. Bernardino Honorati a scegliere l’attuale sede, ove già preesisteva una chiesa ed un convento appartenente ai Gesuiti, e consacrata sotto il titolo di S.Pietro Apostolo il 4 luglio 1790, essendo Papa Pio VI. La direzione dei lavori per la nuova cattedrale era stata affidata all’Arch.Paolo Posi (1708-1776) famoso per i suoi lavori commissionati dai Colonna. La facciata fu invece nuovamente rifatta nel 1877, dono del papa senigalliese Pio IX, su disegno di Augusto Innocenti. L’interno, a croce latina, è suddiviso in tre navate con sei pilastri di ordine corinzio. La crocera è surmontata da una cupola dalle forme classiche. Importanti le opere conservate nei diversi altari; ricordiamo la grande pala di A.Tiarini (1577-1668) raffigurante l’Assunta presso l’altare maggiore, così come il Baroccesco Riposo durante la fuga in Egitto della S.Famiglia. Nel transetto, su di un lato la grnde tela di D.Corvi (1721-1803) raffigurante San Paolino (protettore della Diocesi) e S.Maria Maddalena, sull’altro la Cappella della Madonna della Speranza. La Cappella di forma ellittica, voluta dal Vescovo Card. Fabrizio Sceberas Testaferrata su disegno di Giuseppe Ferroni nel 1838, conserva la venerata immagine della Madonna della Speranza. Il quadro fu restaurato o addirittura rifatto nel 1578 da E.Ramazzani /1530-1598). Lungo la navata centrale, la statua bronzea di Pio IX benedicente, collocata nel 1915. Nell’aula capitolare presso la sacrestia è conservato il Sarcofago di S.Gaudenzio, di stile bizantino – preromanico, del VI secolo. L’attiguo palazzo dell’Episcopio, a fianco della Cattedrale, si inserisce in maniera armonica nella bella piazza settecentesca prospiciente i due edifici.

La riapertura della Cattedrale dopo il restauro (Domenica 24 Marzo 2002)

 

foto 01 foto 02 foto 03 foto 04 foto 05

Lascia un commento